Come Cucinare

Come cucinare i cavolini di Bruxelles e farli mangiare ai più piccoli

● Originari del Mediterraneo, nel tempo i cavolini di Bruxelles sono diventati uno degli ortaggi tradizionali della cucina nord-europea. 
● I segreti per far mangiare i cavolini di Bruxelles anche ai bambini: prova con il gioco delle biglie.  
● Come cucinare i cavolini di Bruxelles: al vapore, al forno o gratinati. Scopri cosa fare per non sbagliare la cottura. 
 

Cavolini di Bruxelles, tra mito e realtà

La loro origine rimane piuttosto oscura, a tratti leggendaria. Secondo alcune fonti, i cavolini di Bruxelles sono originari del bacino del Mediterraneo e sono stati portati dai legionari romani nei territori del Nord Europa. Altri, invece, sostengono che siano sì di origine romana, ma che siano diventati popolari in Belgio solo nel XVI secolo. Da qui il nome che hanno oggi: cavolini di Bruxelles, in onore della città belga.  
Di certo è che, come tutte le crucifere, anche i cavoletti di Bruxelles prediligono i climi più freschi. Si seminano tra maggio e agosto, per poi essere raccolti da fine ottobre a marzo. Questo li rende uno dei vegetali più presenti nelle tradizionali ricette di Natale, specialmente in Nord Europa.  
Al vapore, al forno o gratinati, sono un contorno semplice da preparare e gustoso. Anche per i bambini. Scopriamo cosa fare per non sbagliare la cottura e per farli apprezzare anche dai più piccoli.

Come far mangiare i cavolini di Bruxelles ai più piccoli

Il gusto deciso dei cavoletti di Bruxelles spesso non li rende di facile consumo da parte dei bambini. E allora? Come fare per arricchire i pasti anche dei più piccoli? Prima regola: facciamoli giocare! Sfruttiamo la forma singolare e rotonda di questi ortaggi e la fantasia dei bambini. I cavolini potrebbero, per esempio, diventare delle sfere magiche, dei simpatici animaletti o ancora delle biglie. Una ricetta sfiziosa per proporre i cavoletti ai più piccoli potrebbe essere la Focaccia alle castagne con cavolini di Bruxelles. Si può naturalmente preparare anche con altre farine, come quella al farro oppure quella classica per pizze e focacce.

Come cucinare i cavolini di Bruxelles

Il primo passaggio da fare, a prescindere dalla ricetta che abbiamo in mente, è quello di lessare oppure cuocere i cavolini di Bruxelles al vapore. Questo è fondamentale per ammorbidirli e velocizzare poi le cotture successive. Si possono lessare in acqua bollente leggermente salata per 10-15 minuti per poi cuocerli al forno oppure in padella. Hai scelto di utilizzare il prodotto fresco? Allora è bene sapere come pulire i cavolini di Bruxelles! Bisogna prima lavarli sotto acqua corrente, eliminare le foglie esterne e il torsolo alla base, facendo un piccolo taglio a croce. I Cavolini di Bruxelles Orogel ti aiutano in questa fase: nella confezione trovi, infatti, già il prodotto pulito, lavato e pronto per essere tuffato in acqua bollente, risparmiando tempo in cucina. 

Teglie di verdure al forno: un’idea salvacena

Pratiche, veloci e super versatili: le teglie di verdure miste da cuocere al forno sono l’ideale per una cena salutare. Inoltre, con gli avanzi, si possono preparare sfiziose schiscette per la pausa pranzo del giorno dopo. Oltre ai classici abbinamenti con zucchine, melanzane e peperoni, si possono provare anche altre varianti. Te ne suggeriamo due, veloci e gustose.

Carotine e cavolini al miele

Un modo originale per preparare i cavolini di Bruxelles al forno è quello di abbinarli a delle dolci carotine intere. Metti le verdure in una teglia da forno, condisci con olio, sale e bagna con mezzo bicchiere di acqua. Cuoci in forno a 180°C per 15 minuti. Grattugia un po’ di buccia di arancia e mescolala al miele. Diluisci con il succo di arancia e versa sulle verdure. Cuoci in forno per altri dieci minuti e termina con pistacchi tritati. Questa teglia di verdure è perfetta come contorno oppure come accompagnamento a cereali come il riso basmati per un piatto vegetariano. 

Cavoletti di Bruxelles gratinati

Come primo step, ricordati di lessare i cavolini. Tagliali poi a metà e immergili in una ciotola con 50 grammi di burro sciolto e, se ti piace, uno spicchio di aglio tritato. Aggiungi poi pane e Parmigiano grattugiati. Mescola bene in modo da ricoprire i cavolini di Bruxelles con la panatura. Versali poi ben distanziati su una teglia ricoperta con carta forno e cuoci in forno per 25-30 minuti fino a che non saranno belli croccanti. Se, però, non vuoi accendere il forno, prova i cavolini di Bruxelles in padella.

Spaghetti con cavolini di Bruxelles e crema di formaggio


Questo primo piatto diventerà uno dei tuoi preferiti, con il giusto connubio tra il caratteristico gusto amaro dei cavoletti di Bruxelles e il dolce del formaggio fuso.

● Come prima cosa, cuoci i cavolini in acqua bollente salata. Nella stessa acqua puoi cuocere anche gli spaghetti. 
● Nel frattempo dedicati alla preparazione della crema di formaggio, facendo sciogliere in un pentolino formaggio e crema di latte. Noi ti suggeriamo il Piacentinu Ennese DOP, un formaggio siciliano dal sapore leggermente piccante. In alternativa, puoi usare anche un altro tipo di pecorino.  
● Salta i cavolini di Bruxelles in padella con olio, uno spicchio d’aglio e qualche pomodorino sott’olio.

Non resta che aggiungere gli spaghetti in padella e ultimare la cottura qualche minuto, servendoli poi sulla crema di formaggio piccante.

Condividi


Orogel Società Cooperativa Agricola

Sede Legale Via Dismano, 2830 47522 Cesena (FC) - Italy

Numero Verde 800 286660

P.I. 00800010407

Contatti