Come Cucinare

Cucinare i cavolfiori: 3 ricette (e un segreto) in cucina

● I cavolfiori sono un vero e proprio superfood: ricchi di fibre e proprietà nutritive, sono un ottimo alleato per i mesi più freddi. 
● Originali abbinamenti con curry, paprika e curcuma: prova il cavolfiore gratinato al forno. 
● La semplicità in tavola: come cuocere il cavolfiore al vapore… senza odore per tutta la casa!

Cavolfiori: superfood dell’inverno

La natura ci offre, per ogni stagione, il prodotto perfetto per darci tutto quello di cui abbiamo bisogno. Un esempio? I cavolfiori. Questo ortaggio è tipico della stagione autunno-invernale: viene, infatti, raccolto tra ottobre e inizio marzo. Il cavolfiore è un ottimo alleato contro tosse e raffreddore, malanni caratteristici dell’inverno. È anche ricco di fibre, che rallentano l’assorbimento dei grassi, sostanze che storicamente servivano ad affrontare meglio i mesi più freddi. Per fare incetta delle sue proprietà e portare in tavola ricette sfiziose, ti suggeriamo alcuni modi per cucinare i cavolfiori.

Cavolfiore al forno: provalo abbinato a curry, paprika e curcuma

Partiamo da una delle proposte più invitanti: il cavolfiore gratinato al forno. Non, però, la classica versione con besciamella e formaggio, ma un particolarissimo Gratin di cavolfiore al curry. Un abbinamento che ti farà portare in tavola un contorno cremoso e originale.  
Basta cuocere il cavolfiore al vapore, condirlo con due cucchiaini di curry e un pizzico di sale. Disponi poi i cavolfiori in una pirofila leggermente imburrata, copri con besciamella e aggiungi un’altra spolverata di curry. Cuoci il cavolfiore al forno per 15 minuti, aggiungi poi qualche fettina di formaggio e prosegui la cottura di qualche minuto in modalità grill.  
Le nostre ricette con cavolfiore non finiscono, però, qui. Eccone altre due molto facili da preparare e gustose.

Cavolfiore al forno con paprika dolce e semi di zucca: per un contorno originale e profumato.  
Cavolfiore arrosto alla curcuma con petto di pollo e rucola: un secondo piatto leggero, ideale anche per la pausa pranzo.

Se non ti piacciono le spezie e preferisci non accendere il forno, puoi scegliere di cucinare i cavolfiori seguendo ricette più tradizionali. Come ad esempio la tipica pasta e cavolfiore alla siciliana oppure la pasta alla calabrese. In questo caso, il cavolfiore è abbinato a pomodori secchi e peperoncino.

Come cucinare il cavolfiore: la cottura al vapore

Prima di cucinarlo al forno oppure in padella, il nostro consiglio è quello di cuocere il cavolfiore al vapore. Questo aiuterà a ridurre i tempi di cottura nei passaggi successivi.  
Dopo averlo pulito e lavato, separa le cimette dal tronco e dalle foglie e cuocile al vapore per qualche minuto. Se non hai la vaporiera, puoi sbollentarle in una pentola con poca acqua bollente e con il coperchio chiuso. Non dimenticarti che il tronco e le foglie sono preziosi ingredienti da usare per passati o creme di verdure. 
E come si fa con il caratteristico odore di cavolfiore? Un trucchetto è quello di aggiungere all’acqua qualche foglia di alloro insieme a un cucchiaio di aceto bianco oppure di latte. Un’altra soluzione prevede la mollica di pane imbevuta nel succo di limone oppure di aceto.  
Una volta cotti al vapore, i cavolfiori si possono mangiare anche lessati, con olio, sale e un pizzico di pepe. Si possono anche saltare in padella con aglio e olio per un contorno veloce.  
 

Condividi


Orogel Società Cooperativa Agricola

Sede Legale Via Dismano, 2830 47522 Cesena (FC) - Italy

Numero Verde 800 286660

P.I. 00800010407

Contatti